La sentenza Olympus

Il Tribunale di Tokyo, Pres. Hiroaki Saito ( 齊藤 啓昭 ), ha pronunciato sentenza per il caso Olympus.
I tre ex amministratori della società sono stati dichiarati colpevoli, e condannati a 3 anni (Kikukawa e Yamada) e 2 anni e mezzo (Mori) di reclusione. Olympus è stata inoltre condannata a pagare ¥700M come sanzione. Essa, in base ad altri procedimenti, deve anche ¥192M all’Ufficio delle finanze e ¥5 miliardi in imposte arretrate.
I tre ex amministratori sconteranno la pena in prigione?
Per ora no, perché la pena è sospesa per 5 anni per i primi due, per 4 anni per il terzo.

Così si conclude (non mi pare ci sarà appello) uno dei più grandi scandali finanziari della storia recente del Giappone: Olympus aveva falsificato i bilanci per 20 anni, per coprire un totale di 117 miliardi di yen di perdite (900 milioni di euro).

L’immagine della corporate governance giapponese non ne esce granché bene. Eccetto per chi fa di mestiere l’amministratore.

Mi piacerebbe leggere cosa ne pensa Takafumi Horie, uno tra i pochi o pochissimi, tra i recenti soggetti dichiarati colpevoli in scandali finanziari, che è stato mandato a scontare la pena in prigione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Diritto e procedura penale, Diritto societario e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La sentenza Olympus

  1. BladeVet ha detto:

    E poi la menano tanto con la JSOX.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...